Mettere mano al guardaroba: una sfida impossibile?

Impossible is nothing” decreta una famosa pubblicità, e questo caso di certo non fa eccezione.

 

Per il compleanno ho ricevuto in regalo da mio fratello due libri: uno buffo e un più serio. Il primo titolo è “il guardaroba perfetto” di Carla Gozzi, i miei mi prendono in giro da tempo per il mio guardaroba incasinato e splamato in più case. Ho una collezione immensa di vestiti che non riesco a sfoltire, io sono una di quelle persone che per gli abiti ha adottato la filosofia “può sempre tornare utile” quindi non butto via mai nulla. Il libro è vario, alcuni consigli rientrano nella categoria “oddio che roba trash, non potrei mai!” ma nel suo complesso insegna una grande verità: tutto il gioco ruota intorno agli abbinamenti.

 

Questa tecnica io la utilizzo per fare le valigie, me l’ha insegnata una vecchia compagna di università ed è infallibile. Applicata al guardaroba significa prendere oggetti solitari e farli fidanzare con altri. Poi se avete tempo e voglia potete fare un Look-book in cui inserite le foto degli outfit che vi convincono (cosa che io personalmente non farò), una cosa più reale e plausibile è appenderli vicini, questo funziona con quasi tutto (per esempio non con i maglioni  e gli abiti in maglia che appesi si deformano), ma nessuno mi vieta di inserire dentro un cassetto i leggings neri e  il mio abito in maglia verde maldive. O riporre vicini i miei due maglioni marroni perché uno è un po’ corto ma ha il collo alto e l’atro ha lo scollo tondo ed è della lunghezza giusta, insieme sono una forza insomma! Così come la mia collana di pietre dure panna fa coppia fissa con il mio bracciale in tinta rivalutato dopo anni da eremita!

 

Tutti consigliano di svutare e ricomporre ma io sono pigra, per fare certe cose ci vuole tempo e voglia e così, se siete come me, vi suggerisco di fare un passo alla volta (sfruttare per esempio la domenica sera o la roba stirata da riporre) e il primo passo è sceglire il “porto sicuro” almeno all’inizio. Vi faccio un esempio.


Outfit base: gonna marrone e bianca, i due maglioni marroni, leggings e stivali marroni, accessori e borsa beige.


Outfit 2.0: vestito estivo di raso di seta fantasia, fuxia, i due maglioni marroni, leggings e stivali marroni, collana fuxia borsa marrone.


Nel mio guardaroba ho scelto per l’inverno maglioni, leggings e stivali, gli stessi outfit diventano da mezza stagione togliendo i leggings e alleggerendo le maglie. Per la stagione estiva basta sostituire gli stivali con i sandali e le maglie con pashmine e golfini.

Facile no!?!