Serie TV: adolescenti americani Perché non ci è possibile vivere come loro

Serie TV: adolescenti americani. Perché non ci è possibile vivere come loro


Partiamo dalla mia serie preferita: Una mamma per amica. Tenetela come esempio perché questa è l’unica serie dove gli adulti vanno a lavorare e i ragazzi vanno a scuola, fanno la spesa, puliscono. Certo anche la mia serie madrina non si è risparmiata il paradosso. Lorelai e Rori infatti mangiano come due bisonti e solo e rigorosamente schifezze ipercaloriche ma sono magre e in salute, se ne rendono conto anche gli autori e qui è lì anche i personaggi fanno una battuta sull’argomento. Lo svolgimento della vita del piccolo paesino è poi idilliaca, fiere, spettacoli, animate riunioni cittadine, insomma non c’è una serata noiosa a Stars Hollow che mi duole comunicarvi non esista in realtà.


Spaziamo su qualcosa di vecchio: I Robinson. Non esiste problema che i Robinson non siano in grado di risolvere nell’arco di una puntata quindi paradossalemnte nelle 24 ore. Hanno un trilione di figli ma tutto quel che c’è da fare è lavare i piatti (compratevela una lavastoviglie che siete in mille!), asciugarli e fare talvolta una lavatrice. Una passata di scopa o straccio quella casa non l’ha mai vista!


Vi state appassionando a One Tree Hill? Bene! Mentre i nostri genitori facevano la staffetta per non lasciare la casa disponibile per feste o incontri privati, qui ci troviamo in una cittadina in cui orde di 16enni risiedono da soli in ville pazzesche. C’è la bionda Peyton che deve avere la rogna per la sfiga che porta, seguita a ruota dal biondo Lucas che oltre a essere figlio di serie B di Dan, perde il quasi patrigno/zio, è malato di cuore e le sue relazioni sono sempre disastrose. Al fratello bruno Nathan invece non date in mano nessun tipo di vettura perché potrebbe distruggerla in tempi rapidissimi.


Poi abbiamo le due generazioni di Beverly Hills 90210, quella in cui Brandon e Brenda avevano un bagno in comune ma nessuno dei due sorprendeva l’altro in situazioni diverse da pettinanarsi o lavarsi i denti (chi ha fratelli sa che il bagno è un territorio perennemente affollato). Anche qui abbiamo Dylan il riccone stempiato e maledetto che al liceo gira in Porsche e non dimentichiamoci di Kelly, la biondina con la faccia da roditore che racchiude ogni problema adolescenziale in sé (madre alcolizzata, rapporti personali controversi, anorressia) così da non farsi mancare nulla. Meglio comunque della nuova serie che perde il nome del quartiere ma mantiene il CAP 90210. Qui non ci facciamo mancare gravidanze e aborti, serelle che con l’inganno ti si trombano il fidanzato, droga, bische, assassinii, perché gli adolescenti si evolvono! Nel dubbio li troverete tutti al Beach Club.


E che diere di Melrose Place? Il luogo in cui ognuno di noi da grande avrebbe voluto vivere. Complesso a due piani con piscina centrale autopulente in cui risiedevano persone dai ceti sociali più disparati, come se nel vostro condominio vivessero l’addetto alla raccolta carta e l’amministratore delegato di un grande gruppo.


E vorrei terminare con la mia seconda serie preferita: Gossip Girl. Gossip Girl intanto è un’entità paragonabile alla CIA, lei tutto sa prima ancora che voi lo facciate e pubblica tutto su blog e spamma su smartphone. Come mangi Gossip Girl non è dato saperlo. La famiglia Van Der Woodsen abita in un primo momento in un hotel 5 stelle lusso perché a casa stanno ristrutturando. Questo per circa un anno, una roba veloce. Dopo la ristrutturazione mettono in soggiorno un cartello che indica un finto store Prada a Marfa nel Texas, come se voi a casa metteste l’insegna di un vecchio negozio Bata o Carpisa diciamo!  L’unico che fa sport è Nate, gli altri sono magri per osmosi. L’unica che lavora è Dorota la tata di Blaire. Gli altri mangiano, fanno shopping e si incasinano giusto per fare qualcosa di nuovo dall’accoppiarsi alla rinfusa.

 

E’ tutto signori, voi dovete studiare o lavorare, nessuno vi spia, se abitate in un paesino magari non tutte le sere sparate i fuochi d’artificio, il vostro più che un Beach Club è un pub e qualche volta la mattina dovete svegliarvi presto e vi girano le balle!!!


Kiss Kiss