Paese che vai...Paese che viene

Signori mi scuso per l'assenza ma capita a volte di avere un po' di faccende delicate. Riassumo brevemente la mia vita dal 22/09: ho ottenuto un nuovo preventivo dall'architetto, sempre caro purtroppo, ma cmq da valutare. Siamo andati in un sacco di posti: campagna, Oktoberfet e Livigno. Ho visto qualche amica, tagliato i capelli e provato la manicure americana. ma soprattutto ho avuto modo di mettere a confronto la la cultura italiana e quella giapponese. Due mondi agli antitesi, in definitiva vorrei darvi qualche dritta se anche a voi capitasse di avere un incontro del genere.

1. Portate una valigia di biglietti da visita, vi porgeranno il loro e voi porgerete il vostro, non lo mettete in tasca, il biglietto va guardato come se fosse uno di quei dolci meravigliosi che vi servono al ristorante, se siete a una riunione metteteli davanti a voi e ogni tanto guardateli.
2. Per capire le gerarchie sarà semplice, il capo siederà a capotavola, altri personaggi importanti siederanno al suo fianco e man mano più distanti gli altri in ordine di importanza.

3. E' il capo e solo il capo che decide quando ci si siede e per esempio quando si può bere, finché lui non avrà preso posto o sollevato la tazzina nessuno dei suoi farà un movimento.

In definitiva questo è, anche se state lavorando ci sarà gente che scatterà mille foto e le frasi di circostanza si sprecheranno. Se vi è possibile prendete un interprete diretta italiano-giapponese. Questo è tutto amici, ovviamente per il capitolo Giappone e lavoro, presto altre novità sulla mia vita meravigliosa, bacini!