Weekend che va, settimana corta che viene!

Ok il weekend è andato e ci aspetta una settimana corta, infatti venerdì è San Giovanni, :-)!!! Detto questo vi posso raccontare il mio weekend, come sempre volato vi in un lampo! Venerdì sera abbiamo saltato tango (abbiamo ancora 2 lezioni ma chissà quando riusciremo a finirle!) per andare a pulire la casina. Premetto che non era sporca e ci abbiamo messo 3 ore, ho rovinato un paio di pantaloni fichissimi, e speso 27 Euro in oggetti utili a pulire!!! Insomma è vero che io nasco un po’ nobile ma non è un po’ esagerato il tutto? Cmq ora la casina splende e verrà presto sporcata da muratori e affini ma almeno è pulita in senso stretto del termine, candeggina e Lysoform ovunque hanno certamente ucciso ogni eventuale batterio. Tornati a casa tramortiti ci siamo fati due piadine e il bagno e poi nanna. Sabato mattina ore 8 e 40 ero sul treno per il mare con i miei. Ho iniziato un bel progettino per rivestire un mobile, poi è arrivato mio fratello ed è diventato tutto complicato ma vedrò di finirlo di nascosto. Il mobile è una finta cassettiera di pseudo formica/laminato color legno finto che da me al mare non c’entra con nulla. E’ la custodia del 5° posto letto che si presta a credenzina d’ingresso (ho già trovato uno specchio da mettere sopra, poi pensavo a dei ganci per le chiavi e dall’altro lato un appendiabiti a muro). Volevo dipingerlo con la cementite fino a quando non ho pensato di rivestirlo con del vinile adesivo bianco e dei decori neri, per ora ho posato solo la parte superiore ed è venuta benissimo quindi sono speranzosa per la riuscita del mio progetto, ora le parti sono tagliate, appena torno al mare provvederò alla realizzazione del tutto! Nel tempo libero ho provato un ristorantino sul mare che fa anche da pizzeria, ho mangiato antipastino e gnocchi e mi ha soddisfatto molto. Non ho il nome a portata di mano ma se avrò tempo questa estate mi metterò a fare una miniguida di Sanremo, se avete domande scrivetemi in privato. Domenica finalmente spiaggia, la prima volta per questa quasi-estate, 3 ore, protezione 10 invece di 20 e sono un’aragostina, ovviamente a luoghi alterni, un pezzo di gamba, le spalle, una striscia di pancia. Però ho scoperto una cosa. Io sono fotofobica quindi gli occhiali da sole sono sempre d’obbligo per me, sono partita con gli occhialoni e pensavo in segni indelebili (le mie facce da panda sono memorabili) e invece va meno peggio con quelli, è vero che lì non sono abbronzata ma almeno non ho segni evidenti e quindi evviva occhialoni! Al ritorno ho preso il trenino delle 16 e 28 via Tende-CN, la gente strana non finiva mai: Gruppo Vacanze Piemonte, anni 75, salgono in una decina a Ventimiglia, fanno una casino che neanche una scolaresca in gita farebbe, si siedono, parte il treno e chiedono a qualcuno quando arriva a Loano, l’interlocutore fa loro presente che questo treno sta per entrare in Francia e non conta di passare da Loano, vanno in panico, richiedono a tutti, si alzano per scendere alla prima fermata che sarà circa mezz’ora dopo, in Francia, ed è Breil sur Roya, non esattamente una metropoli (anche se mi piacerebbe molto vederla). Via questi sale la famigliola che ha sbagliato a obliterare il biglietto, la coppia di amici ferronerd, o comunque si chiamino i nerd fissati sui treni, quelli che si esaltano guardando gli scambi e sanno a memoria tutti i numeri dei treni. Insomma un viaggio un po’ lungo ma arrivata mi ha pescata il mio amore e portata a mangiare, visto Royal Pains e poi nanna! E ora settimana di fuoco, 4 giorni di corsa e poi… Eh questo come al solito verrà svelato solo al ritorno… Kiss Kiss (e un bacio grande alla mia amica Roberta e al suo fidanzato Fabrizio, incollarati causa tamponamento)… P.S. Ho lasciato il Banzai al mare pertanto non posso inviare le foto che mi mostrano aragosta, vi mando però il colore scelto per la parete sinistra della casina tutta gialla.